L’importanza del microchip nel cane: a cosa serve?

L'uso di microchip nel cane può avere un impatto significativo sulla sua sicurezza, salute e benessere, vantaggi che ne fanno un investimento di grande valore.

I microchip sono una delle tecnologie più importanti nell’ambito della cura degli animali domestici. L’uso di microchip nel cane può avere un impatto significativo sulla sua sicurezza, salute e benessere. In questo articolo esploreremo come i microchip possono aiutare i proprietari di cani a prendersi cura dei loro amici a quattro zampe in modo più efficace e sicuro.

Cos’è il microchip per cani

Il microchip per cani è un piccolo dispositivo elettronico impiantato sotto la pelle del cane. Il dispositivo contiene un codice univoco di 15 cifre che identifica in modo univoco il cane. Il microchip per cani è stato introdotto nel Regno Unito nel 1989 ed è diventato obbligatorio nel 2016. L’obiettivo principale dell’utilizzo del microchip è quello di aiutare le autorità a rintracciare i cani smarriti, in modo da ridurre al minimo la possibilità di abbandono e sradicare la piaga della sovrappopolazione.

A cosa serve

Il microchip per cani ha molti usi e può essere molto utile in caso di smarrimento. Il primo utilizzo del microchip è quello di identificare un cane e trovarlo se si smarrisce o viene rubato. Il codice presente sul microchip può essere inserito nella banca dati del registro nazionale dei cani, dove saranno memorizzate le informazioni sull’animale, come l’età, la razza, il sesso e le informazioni relative al proprietario. In questo modo, se il cane dovesse smarrire, le autorità competenti potranno contattare direttamente il proprietario. Inoltre, il microchip può anche essere utilizzato per verificare la vaccinazione del cane contro determinate malattie infettive o per identificarlo come animale domestico durante eventuali ispezioni veterinarie o esami clinici.

Come si inserisce il microchip nel cane

L’inserimento del microchip nel cane è un processo semplice che richiede pochi minuti ed è generalmente indolore. Prima dell’intervento, il veterinario effettuerà una visita clinica completa del cane per assicurarsi che non ci siano problemi di salute che possano interferire con l’operazione. Una volta effettuata la visita, verrà anestetizzato per pochi minuti e inserito un ago sottile sotto la pelle tra le scapole. Attraverso l’ago verrà quindi iniettato il microchip sotto forma di liquido sterile e dopo pochi minuti l’intervento sarà completato.

I vantaggi

C’è una vasta gamma di vantaggi nell’utilizzo del microchip per cani. Innanzitutto, il dispositivo può aiutare le autorità a rintracciare velocemente i cani smarriti e riavvicinarli a casa loro in modo rapido ed efficiente. Inoltre, il dispositivo consente anche al proprietario di tracciare i loro spostamenti in caso di necessità ed è molto utile anche in caso di rapimento o furto poiché consentirà alla polizia di recuperare più facilmente l’animale domestico. Il microchip può anche essere utilizzato come strumento di prevenzione contro le malattie infettive. Infatti consentirà al veterinario di identificare rapidamente l’animale durante gli esami clinici o le visite preventive. In aggiunta garantirà a tutti gli animali domestici un adeguato livello di cura sanitaria. Infine, il microchip può anche offrire al proprietario maggiore tranquillità poiché riduce drasticamente la possibilità che l’animale venga perso o rapito senza possibilità di ritorno.

Come assicurare la sicurezza del cane con il microchip

La prima cosa da fare per assicurare la sicurezza del proprio cane con l’utilizzo del microchip è assicurarsi che sia stato correttamente inserito dal veterinario e che le informazioni fornite alla banca dati siano corrette ed aggiornate in modo da garantire che chiunque tentasse di rintracciare il proprio animale domestico possa farlo facilmente e rapidamente. Inoltre, è importante tenere traccia della posizione del proprio animale domestico tramite GPS o altri mezzi tecnologicamente avanzati in modo da poterlo localizzare immediatamente qualora dovesse smarrirsi o venire rubato. Infine, è consigliabile affidarsi a servizi specializzati come quelli offerti dalle associazioni animaliste per assicurarsi che il proprio animale domestico sia sempre al sicuro e protetto da eventuali incidenti o attacchi predatori.

In conclusione, l’utilizzo del microchip nel cane è una scelta importante per tutti i proprietari di cani. Aiuta a garantire la sicurezza e la salute del proprio animale domestico e a proteggerlo da situazioni potenzialmente pericolose. Inoltre, offre al proprietario di un cane la tranquillità che deriva dal sapere che il proprio amico peloso sarà sempre al sicuro. Anche se ci sono alcuni costi associati all’inserimento del microchip nel cane, le vantaggi che offre ne fanno un investimento di grande valore.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

L’importanza del microchip nel gatto: a cosa serve?

Primo soccorso per cani: tutto quello che devi sapere

Leggi anche
  • 1216x832 19 08 30 51 65711796Cosa fare se il cane respira male

    È fondamentale riconoscere i sintomi di difficoltà respiratorie nei cani, agire prontamente e consultare un veterinario per diagnosi e trattamento. L’ambiente del cane dovrebbe essere sicuro e salutare.

  • 1216x832 17 08 30 56 19480923Come curare il parvo nel cane

    La Parvovirosi Canina è una malattia grave nei cani, richiede diagnosi precoce, terapie di supporto, e misure di prevenzione come l’isolamento e l’igiene per combattere la diffusione del virus.

  • 1216x832 15 08 30 44 254063951Vantaggi dei tappetini refrigeranti per cani

    Il tappetino refrigerante, attivato dal peso del cane, offre sollievo dal caldo estivo. È sicuro, autoricaricabile, portatile e disponibile in due misure per adattarsi alle esigenze del cane.

  • 1216x832 09 08 31 08 984133902Quali sono i requisiti per adottare un cane

    Adottare un cane richiede preparazione, considerazione delle condizioni necessarie come costi e stile di vita, e un processo di adozione dal canile alla casa. È un impegno a lungo termine che porta gioia e affetto.