Alito cattivo gatto, che fare? I rimedi naturali

In questo articolo ti verrà spiegato come curare con rimedi naturali il cattivo alito del tuo gatto e come riconoscere ed agire in caso di problematiche più gravi.

L’alito cattivo nei gatti è un problema che può essere davvero fastidioso per i proprietari. Sebbene non sia generalmente un problema grave, può essere davvero sgradevole e mettere a disagio i proprietari o in altri casi sfociare in problematiche più serie. In questo articolo esamineremo le cause e i rimedi dell’alito cattivo del tuo gatto, i trattamenti disponibili e quali passi possono essere intrapresi per prevenirlo.

Le cause dell’alito cattivo nei gatti

L’alito cattivo nei gatti è un problema che non va sottovalutato, poiché può essere sintomo di gravi patologie. Uno dei motivi più comuni per cui un gatto ha l’alito cattivo può essere la presenza di una malattia periodontale o di altre infezioni della bocca. Sebbene il tartaro e la placca possano essere fattori contribuenti, le malattie delle gengive sono spesso la causa principale. Altri problemi che possono contribuire all’alito cattivo possono essere la presenza di carie, infezioni da virus o funghi o addirittura tumori a livello orale. Inoltre, anche se molto meno frequentemente, può essere un sintomo di problemi gastrointestinali che possono interessare i reni, il fegato o l’intestino.

I sintomi dell’alito cattivo nei gatti

Uno dei principali segnali che indicano che il tuo gatto potrebbe avere l’alito cattivo è ovviamente un odore sgradevole proveniente dalla bocca. Questo odore può variare da lieve a forte ed è solitamente associato ad altri sintomi come la salivazione eccessiva, il rifiuto del cibo, il vomito o la mancanza di appetito. Inoltre, il tuo gatto potrebbe presentare segni visibili quali gonfiore delle gengive, ulcerazioni in bocca, denti scoloriti e persino perdita di denti. Se noti questi sintomi nel tuo gatto è importante portarlo immediatamente dal veterinario perché potrebbero indicare problemi più gravi.

Cosa fare in caso di alito cattivo

Se ritieni che il tuo gatto abbia un alito cattivo devi assolutamente portarlo dal veterinario per effettuare degli accertamenti. Il veterinario dovrà effettuare una visita completa per identificare eventuali patologie correlate al problema e prescrivere gli opportuni trattamenti farmacologici ed eventualmente terapie chirurgiche. Inoltre, il veterinario consiglierà anche l’adozione di alcune misure igieniche per prevenire l’insorgere di questo disturbo come l’utilizzo di detergenti o dentifrici specifici per gatti ed evitare l’accumulo di tartaro sui denti con regolari visite di controllo.

I rimedi naturali per curare l’alito cattivo nei gatti

Esistono diversi rimedi naturali che puoi utilizzare per trattare l’alito cattivo del tuo gatto, come ad esempio le tisane digestive o gli estratti naturali di erbe aromatiche come la menta o salvia che possono avere proprietà antibatteriche e antinfiammatorie utili nel trattamento delle malattie periodontali associate all’alito cattivo. Anche l’utilizzo del bicarbonato può rivelarsi utile per togliere i batteri responsabili dell’alitosi; basta mescolarne un cucchiaino con due cucchiai di acqua tiepida e usarlo come collutorio prima delle classiche spazzolate dentali.

I cibi da evitare per prevenire l’alito cattivo nei gatti

Per prevenire l’insorgenza dell’alito cattivo nei gatti è importante evitare determinati alimenti e privilegiare quelli ricchi in acido folico (B9), vitamine A ed E ed omega 3-6 come pesce, uova e carne magra. Inoltre bisogna evitare assolutamente alimentazione ricca di grasso o zuccherata che favorisce la comparsa della placca e tartaro, causa principale dell’alito cattivo nella specie felina. Inoltre è bene ricordarsi di effettuare regolari controlli dal veterinario per verificare lo stato della bocca del proprio animale domestico ed eventualmente procedere con cure mediche specifiche se necessario.

L’alito cattivo nei gatti è un problema comune che può essere trattato con successo. Con una diagnosi precoce, l’igiene orale regolare e una dieta adeguata, è possibile ridurre o eliminare del tutto l’alito cattivo nei gatti. Ricorda che la prevenzione è sempre meglio che curare: assicurati di controllare regolarmente la bocca del tuo gatto e di portarlo dal veterinario per un esame orale almeno una volta all’anno. In questo modo, potrai mantenere il tuo gatto sano e felice a lungo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Alito cattivo cane, cosa fare? I rimedi naturali

Come insegnare al cane a non saltare addosso alle persone

Leggi anche
Contentsads.com