Esistono più di 6000 specie di coccinelle diverse

Scopri le caratteristiche delle specie più comuni di coccinelle, insetti importanti per l'ecosistema e affascinanti con la loro forma tondeggiante e la loro "casacca" rossa e nera.

Le coccinelle sono insetti affascinanti e colorati che possono essere trovati in tutto il mondo. Sono noti per la loro forma rotonda e per le macchie sul loro guscio, che variano da specie a specie. Ma sai che esistono più di 6000 specie di coccinelle diverse? In questo articolo, esploreremo la diversità di queste creature affascinanti e scopriremo alcune delle specie più interessanti.

Coccinella a sette punti (Coccinella septempunctata)

La coccinella a sette punti è una delle specie di coccinelle più comuni e riconoscibili. È caratterizzata da un guscio rosso brillante con sette macchie nere. Questa specie è originaria dell’Europa, ma è stata introdotta in molte altre parti del mondo per il controllo biologico delle infestazioni di afidi.

Le coccinelle a sette punti si nutrono principalmente di afidi, che sono insetti dannosi per le piante. Sono considerate insetti benefici per l’agricoltura e il giardinaggio, poiché aiutano a controllare le popolazioni di afidi e altri insetti nocivi. Questa specie è anche nota per la sua capacità di emettere un liquido giallo sgradevole quando si sente minacciata, un meccanismo di difesa comune tra molte specie di coccinelle.

Coccinella asiatica (Harmonia axyridis)

La coccinella asiatica è una specie originaria dell’Asia, ma è stata introdotta in molte parti del mondo, compresi gli Stati Uniti, per il controllo biologico delle infestazioni di afidi. Questa specie è caratterizzata da un guscio di colore variabile, che può essere rosso, arancione o giallo, con macchie nere. A differenza di altre specie di coccinelle, la coccinella asiatica può avere un numero variabile di macchie, da nessuna a più di venti.

La coccinella asiatica è nota per la sua voracità e può consumare grandi quantità di afidi in breve tempo. Tuttavia, questa specie può anche diventare una minaccia per le specie native di coccinelle, poiché può competere con loro per il cibo e lo spazio. In alcune aree, la coccinella asiatica è diventata così abbondante da essere considerata una specie invasiva.

Coccinella del fagiolo (Epilachna varivestis)

La coccinella del fagiolo è una specie originaria del Nord America ed è nota per il suo aspetto unico. A differenza di altre specie di coccinelle, la coccinella del fagiolo ha un guscio di colore nero con macchie rosse. Questa specie si nutre principalmente di piante della famiglia delle solanacee, come i pomodori e le melanzane.

La coccinella del fagiolo può essere considerata un’infestazione per i coltivatori di ortaggi, poiché può danneggiare le piante e ridurre il raccolto. Tuttavia, questa specie può anche essere utile nel controllo biologico delle piante infestanti, come la patata dolce selvatica. La coccinella del fagiolo è stata anche oggetto di studi scientifici per comprendere i meccanismi di difesa delle piante contro gli insetti.

Coccinella del pino (Coleomegilla maculata)

La coccinella del pino è una specie originaria del Nord America e prende il nome dal suo habitat preferito, le foreste di pini. Questa specie è caratterizzata da un guscio di colore variabile, che può essere rosso, arancione o giallo, con macchie nere. A differenza di altre specie di coccinelle, la coccinella del pino ha una forma allungata e appiattita.

La coccinella del pino si nutre principalmente di afidi, ma può anche cibarsi di altri insetti nocivi per le piante. Questa specie è considerata un insetto benefico per l’agricoltura e il giardinaggio, poiché aiuta a controllare le popolazioni di afidi e altri insetti dannosi. La coccinella del pino è stata anche oggetto di studi scientifici per comprendere i meccanismi di difesa delle piante contro gli insetti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Gli squali non possono stare fermi

Come prendersi cura del pelo di un cincillà

Leggi anche